"Alcuni [i cartesiani] credono che Dio abbia creato il mondo e gli abbia imposto leggi definitive proibendo a se stesso di mettervi mano; non ammettono il miracolo e sono perfetti deterministi. Costoro non hanno alcuna ragione di temere Dio o di adorarlo; la loro linea di condotta deve essere la stessa di quella degli atei che ne differiscono solo perché non traggono alcuna soddisfazione dal dogma della creazione; e, in effetti, si debbono dichiarare atei come gli altri quelli che, logici fino in fondo, sarebbero costretti a sottoscrivere questa formula, infinitamente assurda per un credente sia nella forma sia nella sostanza: ”Se Dio morisse (??) non ci sarebbe nulla di cambiato nel mondo!" ...
Félix Le Dantec
L'Ateismo

Traduzione italiana - 2006